COLLABORATION IN AZIENDA

Chiedici informazioni compilando il modulo di contatto

Collaboration: la soluzione per la tua azienda moderna e inserita nell'ecosistema

Collaboration, in inglese come molti lemmi intraducibili dell'informatica, richiama tutto il comparto delle tecnologie software dedicate al lavoro in team, strumenti che, sino al 2019, erano prevalentemente privilegio delle grandi aziende. La pandemia Covid ha reso prioritario anche per le PMI questo modo di operare e lo ha fatto con rapidità e brutalità ben note.
Oggi siamo sicuramente toccati, tutti o quasi, dall'esigenza di operare con il software di videoconferenza, ma i più organizzati ed attenti hanno già compreso come lo smartworking non sia stare a casa col PC, ma coinvolga tutta una serie di attività, e cambiamenti, che ogni struttura sta imparando a gestire.

In Digiway siamo operativi su questo fronte dalla fondazione. Ci siamo appassionati al primo strumento di questa categoria, quello che l'ha definita tanto da diventarne il capostipite indiscusso. Nato in Iris per mano di Ray Ozzie, è passato in casa Lotus che ne ha decretato la fortuna e fama mondiale (chi non conosce
Lotus Notes?), evoluto poi nella parentesi IBM (dove viene affiancato da altri strumenti:Connection è di questo periodo), ed ora in fase fortemente espansiva, sotto la regia di HCL Software.

Oggi vicino all'antesignano, rilanciato nello sviluppo appunto da HC, troviamo una serie di strumenti: si tratta, semplificando, di tecnologie volte ad agevolare le persone che, nell'ambito di una singola azienda, o più spesso in partnership con altre cooperanti in un ecosistema, condividono informazioni o addirittura processi.
Tutto parte da una "rubrica condivisa" che permette ai vari attori di conoscersi e trovarsi ( l'esempio migliore è Linkedin che in realtà è la rubrica condivisa di tutti) e, dopo aver comunicato tramite le videoconferenze, ci spinge sino a integrare i processi, senza trascurare il tema i fondo della sicurezza operativa.


Buon lavoro a tutti.